Home>Guide>Come aggiungere Google Analytics in WordPress

Come aggiungere Google Analytics in WordPress


Come aggiungere Google Analytics in WordPress


Alzi la mano chi non ha mai sentito parlare di Google Analytics. Sicuramente pochi, probabilmente nessuno. Ma se sei tra quei pochi, ecco un breve riassunto: Analytics è un servizio offerto gratuitamente da Google che permette di monitorare il traffico di ricerca sul proprio sito, raccogliendo informazioni sul comportamento degli utenti, mettendo a disposizione un gran numero di statistiche da analizzare.

  • Leggi l'articolo, ti bastano solo 2 minuti, 32 secondi
    Sei di fretta? Scarica il PDF e consultalo quando vuoi!

Panoramica

Il funzionamento è molto molto semplice: è sufficiente, una volta registrati sul sito Google Analytics, ottenere il codice di monitoraggio ed inserirlo, come dichiarato dalle guide ufficiali di Google, prima del tag HTML di chiusura </head> nel proprio sito web.

Ci sono tantissimi plugins per WordPress che permettono di farlo, ma come installare Google Analytics in WordPress nel modo più semplice e senza dover ricorrere ad un ulteriore plugin?
Facile!


Le soluzioni

Una prima soluzione, prevederebbe di inserire il codice di monitoraggio così com’è nel file:

wp-content/themes/{nome_del_tema}/header.php

che trovi nello spazio FTP del tuo sito.

Una seconda soluzione, consiste invece nell’inserire il codice di monitoraggio di Google Analytics nel file:

wp-content/themes/{nome_del_tema}/functions.php

che trovi nello spazio FTP del tuo sito, con il seguente codice:

// Inserisce il codice di monitoraggio di Google Analytics
add_action( 'wp_head', function() {
	?>
	
	<!-- Google Analytics -->
	<script>
	(function(i,s,o,g,r,a,m){i['GoogleAnalyticsObject']=r;i[r]=i[r]||function(){
	(i[r].q=i[r].q||[]).push(arguments)},i[r].l=1*new Date();a=s.createElement(o),
	m=s.getElementsByTagName(o)[0];a.async=1;a.src=g;m.parentNode.insertBefore(a,m)
	})(window,document,'script','https://www.google-analytics.com/analytics.js','ga');

	ga('create', 'UA-XXXXX-Y', 'auto');
	ga('send', 'pageview');
	</script>
	<!-- End Google Analytics -->

	<?php
} );

dove UA-XXXXX-Y alla riga 12 corrisponde al tuo ID utente Analytics.


Considerazioni personali

La prima soluzione è adottata da molti, ma non è una delle mie preferite, ti spiego il perché.

In alcuni casi, potresti avere la necessità di avere header diversi a seconda del tipo di pagina. Ad esempio, un header.php per tutte le pagine del tuo sito WordPress e un header-shop.php per le pagine relative all’e-commerce. In questo caso, dovresti ricordati di inserire il codice di monitoraggio di Google Analytics in entrambi i files ed in caso di variazioni, di modificarli entrambi.

In altri casi, potresti avere la necessità di creare dei temi child da alternare, ad esempio, a seconda dei periodi. Se il file header.php differisce nei vari temi child, ecco ripresentarsi lo stesso problema del caso precedente.

La seconda, è la soluzione che preferisco, in quanto risolve i casi discussi in precedenza e fornisce al codice un aspetto più “pulito ed ordinato” grazie all’utilizzo degli hook messi a disposizione da WordPress.


Conclusioni

Et voilà! Che tu scelga la prima o la seconda soluzione, il codice di monitoraggio di Google Analytics in WordPress è pronto a fornirti tutte le informazioni necessarie a sviluppare il tuo sito web, non ti resta che studiare e scoprire come sfruttarle al meglio.

Per una panoramica delle funzionalità e delle potenzialità di Google Analytics, ti consiglio di leggere:




Ti è piaciuto questo articolo? Regalami un click per ripagarmi dello sforzo



Code4Life ti è stato utile? Sostienici con una donazione!

Dona con PayPal

Hai trovato interessante l’articolo? Allora ti consiglio di leggere:

Impostare i permessi delle cartelle e dei file di WordPress

Impostare i permessi delle cartelle e dei file di WordPress


Qualche semplice ma utile consiglio che ti guiderà nella corretta impostazione dei permessi su file e cartelle del tuo WordPress.

Come inserire il pulsante "Condividi su Telegram" su WordPress

Come inserire il pulsante ‘Condividi su Telegram’ su WordPress


Vuoi aumentare la diffusione delle pagine e degli articoli del tuo WordPress? Ecco un utile guida per inserire il pulsante di condivisione su Telegram, condividere da smartphone non è mai stato così semplice.

Oppure cerca tra gli articoli correlati


E tu cosa ne pensi? Condividi la tua opinione e discutiamone insieme
La tua email non sarà resa pubblico o utilizzata per inviarti spam, te lo prometto

Iscrivimi alla newsletter per ricevere news ed aggiornamenti
Utilizziamo piattaforme di terze parti per l’invio di newsletter. (Informativa sulla privacy)
Tienimi aggiornato su questo articolo
Ricevi una email di notifica quando qualcuno scriverà un commento a questo articolo. (Informativa sulla privacy)
Ricorda i miei dati per la prossima volta che scriverò un commento
Il tuo nome e la tua email verranno salvati in un cookie in questo browser. (Informativa sulla privacy)